Cielo di Agosto!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

Benvenuto Agosto!
Osservando la mia illustrazione potrai già farti un’idea riguardo il cielo di questo mese, ma se continui a leggere troverai molti altri dettagli. Ti aspetta un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo, assieme alle indicazioni su come individuarle nel cielo notturno.

Illustrazione Cielo di Agosto 2019

L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa. Spesso orientarsi tra stelle e costellazioni può essere difficile, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in un ambiente con tanto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte queste premesse, non ci resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • Il 13 ci sarà il picco dello sciame meteorico delle Perseidi, le famose “stelle cadenti” di Agosto! Purtroppo quest’anno lo spettacolo sarà disturbato dalla Luna quasi piena che quel giorno tramonterà alle 4 del mattino. L’origine di questo sciame è appunto la costellazione del Perseo, ma per osservarle ti consiglio di puntare lo sguardo (o la fotocamera) a circa 35 gradi da quest’ultima, quasi verso lo zenit.

Pianeti

Mercurio: durante i primi giorni del mese osservarlo sarà più facile, lo troverai ad Est la mattina, già immerso nelle luci dell’alba.

Venere: purtroppo sarà inosservabile a causa della congiunzione con il Sole del 14 agosto.

Marte: brutte notizie anche per il Pianeta Rosso! Anch’esso sarà inosservabile per l’imminente congiunzione con il Sole.

Giove: sarà ancora un bello spettacolo da ammirare, anche se purtroppo avrai sempre meno tempo per cercarlo. Il nostro gigante gassoso, infatti, tramonterà sempre prima, arrivando a salutarci verso la mezzanotte a fine mese. Resterà comunque decisamente facile da trovare: lo vedrai brillare tra le costellazioni dell’Ofiuco e dello Scorpione, non lontano dalla stella Antares.

Saturno: l’opposizione è ormai alle spalle, ma resta comunque un buon momento per osservare il Signore degli Anelli! Ad agosto avrai meno tempo per cercarlo nel cielo notturno, perché tramonterà già dopo le 2:00. Sarà ancora nel Sagittario, dove lo troverai già in prima serata.

Urano: sorgerà verso mezzanotte ad Est, tra le stelle dell’Ariete. Lo potrai osservare durante tutta la seconda parte della notte, ma ti consiglio di utilizzare un telescopio perché la sua luminosità è al limite della visibilità ad occhio nudo.

Nettuno: avrai a disposizione tutta la notte per cercarlo e questa volta il telescopio sarà davvero indispensabile! Puntalo verso le stelle dell’Aquario. Sarà a Sud-Est dopo il tramonto, a Sud verso la mezzanotte e a Sud-Ovest nelle ultime ore della notte.

Plutone: anche il nostro pianeta nano resta visibile per quasi tutta la notte. Nonostante la sua osservabilità sia ancora buona, resta comunque molto piccolo e lontano, quindi ti servirà un telescopio di diametro generoso (almeno 150 mm) per tentare l’impresa. 
Lo troverai nel Sagittario, ad Ovest di Saturno.

Cerere: sapevi che è possibile osservare anche un altro pianeta nano? Si tratta di Cerere, che si trova nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove. Durante questo mese sarà nello Scorpione e tramonterà verso le 23:25.

Costellazioni

Siamo ancora in estate, quindi puoi ancora approfittare per ammirare la Via Lattea, con le sue dense nubi stellari ed il Centro Galattico. Se hai la possibilità di osservare il cielo in luoghi con poco inquinamento luminoso, lo spettacolo sarà inconfondibile!

Sei nel posto ideale, con un cielo scuro e pieno di stelle, ma hai difficoltà ad individuare il Centro Galattico? Ti basterà guardare a Sud, verso la costellazione del Sagittario. Il centro della nostra galassia la attraversa direttamente.
Il percorso della Via Lattea continua verso sinistra, in direzione del cosiddetto Triangolo Estivo.
 Quest’ultimo è l’asterismo tipico delle notti estive, formato da Vega, nella costellazione della Lira, Deneb del Cigno e Altair dell’Aquila.
 Vega è anche la stella più luminosa del cielo estivo seguita a Nord-Ovest da Arturo del Bootes, con la sua inconfondibile forma ad aquilone. Alla sua sinistra, ecco anche la piccola Corona Boreale.

Continuando a rivolgere lo sguardo verso Ovest, puoi imbatterti nella costellazione di Ercole, seguita più in basso dallo Scorpione. Come puoi notare osservando l’illustrazione qui in basso, la sua forma non è molto difficile da individuare: a destra troverai tre stelle allineate verticalmente (le chele), mentre a sinistra brilla Antares, seguita poi dagli astri che formano il resto del corpo e la coda. Si tratta indubbiamente di una costellazione affascinante da osservare, anch’essa attraversata in parte dalla Via Lattea e ricchissima di ammassi aperti e globulari!

Costellazione dello Scorpione

Tra questi ultimi ti consiglio di provare ad osservare M80, abbastanza piccolo ma decisamente denso e brillante. Un altro obiettivo interessante è M4, poco lontano dalla stella Antares e individuabile anche con un buon binocolo! 
Una piccola curiosità: vi siete mai chiesti da dove derivi il nome “Antares”? Significa letteralmente “anti-Ares”, l’antico dio greco della guerra, chiamato “Marte” dai Romani. Questo perché, con il suo brillante colore arancione, Antares spesso rivaleggiava con il Pianeta Rosso nel cielo notturno.

Durante le notti più buie, quando manca la luce della Luna, puoi anche provare a cercare due piccole costellazioni: la Freccia ed il Delfino. La prima si trova tra il Cigno e l’Aquila, mentre la seconda è facilmente riconoscibile grazie alla sua forma a rombo.

Se sposti lo sguardo verso Nord ad aspettarti ci sono sempre Orsa Maggiore e Orsa Minore con la sua Stella Polare, accompagnate dal Dragone, da Cefeo e da Cassiopea, con la caratteristica forma a “W”.

Guardando verso Est, invece, potrai avere già un piccolo assaggio delle costellazioni autunnali!
Vedrai sorgere infatti il grande quadrilatero di Pegaso, assieme a Perseo ed Andromeda. 
Quest’ultima è accompagnata anche dall’omonima galassia, osservabile con un binocolo o anche ad occhio nudo in cieli completamente privi di inquinamento luminoso. Ti apparirà come un piccolo sbuffo ovale debole e nebuloso, ma ti garantisco che riuscire ad individuarla sarà comunque un’emozione!

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare? Allora le congiunzioni sono ciò che fa per te! Ti elenco qui quelle che avverranno durante questo mese. Se ti va puoi anche provare a fotografarle e condividere con noi i risultati.

  • 9 agosto, Luna – Giove: guarda a Sud-Ovest verso le 23:45, troverai la Luna molto vicina a Giove, non lontani dalla stella Antares. Sarà di sicuro uno spettacolo suggestivo anche da fotografare!
  • 12 agosto, Luna – Saturno: saranno insieme già poco dopo il tramonto, verso le 21:00, ma avrai diverse ore per osservarli. Non lontano, verso Sud, potrai vedere brillare anche Giove e Antares.
  • 24 agosto, Luna – Aldebaran: puoi cercarli verso l’01:00 e osservarli fino al mattino. Poco più in alto puoi anche riconoscere l’ammasso delle Pleiadi.

Per questo mese è tutto, non mi resta che augurarti buona osservazione ed ovviamente cieli sereni!

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×