Cielo di Luglio!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

Benvenuto Luglio!
Osservando la mia illustrazione potrai già farti un’idea riguardo il cielo di questo mese, ma se continui a leggere troverai molti altri dettagli. Ti aspetta un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo, assieme alle indicazioni su come individuarle nel cielo notturno.

Cielo di Luglio 2019L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa.
Spesso orientarsi tra stelle e costellazioni può essere difficile, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in un ambiente con tanto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte queste premesse, non ci resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • Il 16 luglio potrai assistere ad un’eclissi parziale di Luna! Sarà visibile da tutta l’Italia, anche se le regioni settentrionali saranno un po’ penalizzate. L’inizio dell’eclissi è previsto per le 22:00, mentre la fase massima si raggiungerà alle 23:31. Stai attento perché il nostro satellite si troverà parecchio basso sull’orizzonte, soprattutto nelle prime fasi dell’evento.
  • Durante questo mese avrai più probabilità di osservare le meteore, perché aumenta l’intensità degli sciami. In particolare tra il 10 e il 13 luglio ti aspettano le Pegasidi e le beta Capricornidi. Se vuoi provare ad osservarle ti consiglio di evitare le notti di Luna piena!

Pianeti

Mercurio: avrai ancora la possibilità di osservarlo immerso nelle luci del tramonto, decisamente basso sull’orizzonte. Il 21 si troverà in congiunzione inferiore con il Sole, quindi beccarlo diventerà davvero difficile!

Venere: potrai ancora scorgerlo poco prima dell’alba, ma anche per lui le condizioni peggiorano inesorabilmente. Già durante l’ultima settimana del mese sarà praticamente inosservabile.

Marte: purtroppo il Pianeta Rosso diventerà quasi impossibile da individuare!

Giove: il nostro gigante gassoso saprà sicuramente consolarti dalle brutte notizie che hai letto poco fa. Nonostante l’opposizione sia ormai passata, continuerà ad essere decisamente brillante e visibile per parecchie ore durante la notte. Lo troverai già sull’orizzonte Sud-Est dopo il tramonto, tra le costellazioni dell’Ofiuco e dello Scorpione.

Saturno: è il momento dell’opposizione per il Signore degli Anelli! Questo vuol dire che è il periodo migliore per ammirarlo e che avrai tutta la notte a disposizione per cercarlo nel cielo. 
Sarà visibile già in prima serata, nella costellazione del Sagittario. Non ti apparirà luminoso come Giove, ma potrai comunque riconoscerlo abbastanza facilmente anche grazie al suo colore tendente al giallo paglierino.

Urano: anche per lui le condizioni migliorano ogni giorno. Sorgerà verso le 2:00 e sarà nella costellazione dell’Ariete. Ti ricordo che per provare ad individuarlo avrai bisogno di un buon binocolo o (ancora meglio!) di un telescopio.

Nettuno: avrai a disposizione tutta la notte per cercarlo e questa volta il telescopio sarà davvero indispensabile! Puntalo verso le stelle dell’Aquario, verso Sud-Est.

Plutone: anche per il nostro pianeta nano è arrivato il momento dell’opposizione, che avverrà il 14 luglio. Nonostante la sua osservabilità migliori di molto, resta comunque molto piccolo e lontano, quindi ti servirà un telescopio di diametro generoso (almeno 150 mm) per tentare l’impresa. 
Lo troverai nel Sagittario, a Sud-Est dopo il tramonto del Sole. Nelle ore centrali della notte, invece, dovrai puntare i tuoi strumenti a Sud.

Costellazioni

Ormai siamo nel pieno dell’estate, quindi non ti resta che approfittarne per ammirare le costellazioni tipiche del periodo!
Inoltre, se hai la possibilità di osservare il cielo in luoghi con poco inquinamento luminoso, potrai goderti una meraviglia in più: la Via Lattea, con le sue dense nubi stellari ed il Centro Galattico. Durante le notti più buie lo spettacolo sarà inconfondibile, ma se hai dubbi puoi individuarlo aiutandoti con le costellazioni.

Cominciamo il nostro viaggio nel cielo notturno guardando a Sud-Est, fin quasi allo zenit.
Non sai cosa sia lo zenit? Si tratta del punto più alto della sfera celeste, praticamente quello presente sopra le nostre teste!
Lì troverai il cosiddetto Triangolo Estivo, l’asterismo tipico delle notti estive, formato da Vega, nella costellazione della Lira, Deneb del Cigno e Altair dell’Aquila. 
Vega è anche la stella più luminosa del cielo estivo, seguita da Arturo del Bootes. In luoghi con molto inquinamento luminoso, probabilmente non sarai in grado di notare anche le costellazioni di cui fanno parte nella loro interezza, ma non preoccuparti: Vega, Deneb e Altair restano quasi sempre visibili anche in centro città!

Se abbassi lo sguardo verso Sud, troverai alcune costellazioni zodiacali, tra cui il Leone, la Vergine e la Bilancia. Inconfondibile è anche lo Scorpione dalla forma facilmente individuabile: a destra troverai tre stelle allineate verticalmente (le chele), mentre a sinistra brilla Antares, seguita poi dagli astri che formano il resto del corpo e la coda.

A Sud-Est, invece, spicca il Sagittario, una costellazione decisamente estesa e che merita di essere osservata, soprattutto in cieli con poco inquinamento luminoso. Oltre ad “ospitare” Saturno e Plutone in opposizione, è anche attraversata dal centro della Via Lattea! Come puoi vedere nella mia illustrazione qui in basso, le stelle più luminose del Sagittario formano un altro famoso asterismo, chiamato la Teiera!

Costellazione del Sagittario

Proprio perché contiene il Centro Galattico, in questa costellazione potete trovare davvero tantissimi oggetti del cielo profondo, tra cui vi ricordo la Nebulosa Laguna (M8), la Nebulosa Omega (M17, detta anche Nebulosa Cigno o Ferro di Cavallo) e l’ammasso globulare M22, visibile anche ad occhio nudo in cieli molto scuri.

Sempre rimanendo in zona, puoi scorgere l’Ofiuco e il Bootes, dalla caratteristica forma ad aquilone. Vicino a quest’ultima trovi anche la piccola Corona Boreale.

Se sposti lo sguardo verso Nord ti aspetta invece l’Orsa Maggiore con l’asterismo del Grande Carro. Ti ricordo anche che puoi utilizzarla per trovare la Stella Polare, che invece fa parte dell’Orsa Minore. Ti basterà cercare le due stelle del Grande Carro Dubhe e Merak e successivamente creare una linea tra loro. Ora immagina di prolungare questa linea verso sinistra, per ben cinque volte. Il piccolo astro che raggiungerai facendolo, altri non è che la Stella Polare!
Nelle vicinanze ti aspettano anche Cefeo e Cassiopea, con la sua forma a “W”.

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare? Allora le congiunzioni sono ciò che fa per te! Ti elenco qui quelle che avverranno durante questo mese. Se ti va puoi anche provare a fotografarle e condividere con noi i risultati.

  • 4 luglio, Luna – Marte – Mercurio: troverai una sottilissima falce di Luna molto bassa sull’orizzonte verso le 21:30, assieme a Marte e Mercurio. Sarà una congiunzione davvero difficile da osservare perché i due pianeti sono entrambi in un periodo per nulla favorevole.
  • 13 luglio, Luna – Giove: si tratterà di una congiunzione suggestiva e decisamente “stretta”, quindi con la Luna e il pianeta molto vicini. Guarda a Sud alle 22:30, tra l’Ofiuco e lo Scorpione. Tramonteranno entrambi verso le 3:20.
  • 15 luglio, Luna – Saturno: dopo Giove, toccherà a Saturno fare compagnia alla Luna! Li troverai alle 22:00 verso Sud-Sudest, tra le stelle del Sagittario.
  • 29 luglio, Luna – Aldebaran: per questa congiunzione dovrai fare le ore piccole! La Luna e la stella del Toro (facilmente riconoscibile dal colore arancione), saranno vicine verso le 3:00.

Per questo mese è tutto e, come hai potuto leggere, avrai davvero parecchie meraviglie da ammirare. Non mi resta quindi che augurarti buona osservazione e cieli sereni!

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×