Cielo di Novembre!

Cielo di Novembre!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

Benvenuto Novembre!
Grazie alla mia illustrazione potrai già farti un’idea su cosa ci riserverà il cielo durante questo mese, ma continuando a leggere troverai molti altri dettagli. Ti aspetta un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo, assieme alle indicazioni su come individuarle nel cielo notturno.

L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa. Spesso orientarsi tra stelle e costellazioni può essere difficile, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in un ambiente con tanto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte queste premesse, non ci resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • L’11 novembre avremo il privilegio di assistere ad un raro e particolare fenomeno astronomico: il transito di Mercurio sul Sole! Vuoi osservarlo in sicurezza? Allora ti consiglio di leggere attentamente l’articolo “Mercurio davanti al Sole: l’ultimo transito fino al 2032”.
  • Tra il 6 e il 30 sarà attivo lo sciame meteorico delle Leonidi! Il picco è previsto per il 18 e purtroppo dovrai vedertela con il disturbo lunare. Per questo ti consiglio di tentare l’osservazione sotto cieli scuri: dovrai dirigere lo sguardo verso la costellazione del Leone.

Pianeti

Mercurio: al di là del transito di cui si renderà protagonista l’11, per il resto del mese sarà abbastanza difficile osservare il piccolo pianeta. Andrà meglio durante la seconda metà di novembre, quando sarà visibile all’alba prima del sorgere del Sole, nei pressi della costellazione della Bilancia.

Venere: finalmente potrai approfittare di un buon periodo di visibilità! Guarda verso Sud-Ovest durante le fasi finali del tramonto, col passare dei giorni avrai sempre più tempo per beccarlo. Lo trovi nello Scorpione fino al 7, quando si sposterà nell’Ofiuco per poi concludere il mese nel Sagittario. Con una magnitudine di circa -3.8 non sarà difficile individuarlo!

Marte: Il Pianeta Rosso sarà visibile poco prima dell’alba, nella costellazione della Vergine. Non è un periodo ottimo per tentare l’osservazione, ma la situazione migliorerà leggermente a fine mese.

Giove: il periodo di visibilità del gigante gassoso sta per concludersi, quindi ti consiglio di approfittare di queste ultime occasioni per ammirarlo. Tramonterà circa un’ora e mezza dopo il Sole e lo troverai nell’Ofiuco fino al 16 novembre. Successivamente si sposterà nel Sagittario.

Saturno: un destino simile toccherà al Signore degli Anelli! Tramonterà circa un’ora e mezza dopo Giove e riuscirai ad individuarlo al calare della notte verso Sud-Ovest. Ti aspetta sempre nella costellazione del Sagittario.

Urano: grazie all’opposizione del 28 ottobre è ancora un ottimo periodo per ammirarlo! Con una magnitudine di +5.7 ti servirà almeno un buon binocolo per provarci: puntalo tra le stelle dell’Ariete.

Nettuno: In questo caso l’uso di un telescopio sarà indispensabile! Il gigante gassoso è visibile durante la prima parte della notte, nella costellazione dell’Acquario.

Plutone: il nostro amato pianeta nano sarà sempre nel Sagittario, durante le prime ore della notte. Ricordati che è necessario un telescopio di almeno 150 mm di diametro!

Cerere: sapevi che è possibile osservare anche un altro pianeta nano? Si tratta di Cerere, che si trova nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove. Durante questo mese sarà decisamente difficile da osservare, perché resterà visibile per poco tempo dopo il tramonto del Sole. Se vuoi tentare ugualmente l’impresa, punta il tuo telescopio verso l’Ofiuco.

Costellazioni

Con il passare dei giorni, le ore di luce diminuiscono sempre di più e ciò vuol dire che avrai più tempo per ammirare la volta celeste! Puoi cominciare a volgere lo sguardo verso Ovest poco dopo il tramonto del Sole, dove avrai l’occasione di salutare definitivamente il Triangolo Estivo, composto dalla Lira con Vega, l’Aquila con Altair e il Cigno con Deneb.

Per quanto riguarda le costellazioni zodiacali ecco comparire l’Acquario verso Nord-Ovest e Pesci e Ariete verso Sud. Sull’orizzonte Est, invece, sorgeranno Toro con la sua Aldebaran e i Gemelli, seguite in tarda serata da Cancro e Leone, tutte future protagoniste cielo invernale.
Se hai l’occasione di approfittare di un orizzonte Sud libero da ostacoli, puoi provare a scorgere la Balena, poco sotto la costellazione dell’Acquario.

Vuoi ammirare una stella brillante? Allora guarda sopra i Gemelli ed il Toro: troverai la costellazione dell’Auriga, con la sua caratteristica forma a pentagono. Puoi aiutarti osservando l’illustrazione che vedi qui in basso.

Uno dei vertici più luminosi del pentagono è proprio la stella Capella, facilmente individuabile per il suo aspetto cangiante. Se ci fate caso, sembra quasi “pulsare”, questo perché si tratta in realtà di un sistema multiplo formato da ben quattro stelle! Il suo nome deriva dal latino e significa “capretta”, secondo la mitologia si tratta appunto di Amaltea, la capra che nutrì Zeus con il suo latte. Nei pressi di Auriga e Toro, vedrai brillare anche l’ammasso aperto delle Pleiadi.

A Sud-Est, durante le prime ore della notte, vedrai sorgere anche la famigerata costellazione di Orione e quella del Cane Maggiore con la sua Sirio, la stella più luminosa della volta celeste.

Quasi allo zenit, troverai ancora il Grande Quadrilatero di Pegaso, accompagnato da Andromeda con l’omonima galassia, Perseo, Cefeo e Cassiopea. Nei pressi di Andromeda puoi provare a scorgere la piccola costellazione del Triangolo in cui si trova la notevole galassia a spirale M33.

Quest’ultima non è facilissima da osservare con piccoli strumenti, soprattutto se non hai a disposizione un cielo abbastanza scuro e terso. Se vuoi un obiettivo più “facile”, ti consiglio il “Doppio Ammasso del Perseo”, nei pressi dell’omonima costellazione: si tratta di un oggetto molto esteso, formato da due ammassi stellari distanti fra loro un migliaio di anni luce. Davvero uno spettacolo da non perdere!

Concludiamo questo tour del cielo volgendo lo sguardo verso l’orizzonte Nord, dove ti aspettano l’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore con la sua Stella Polare e il Dragone.

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare? Allora le congiunzioni sono ciò che fa per te! Ti elenco qui quelle che avverranno durante questo mese. Se ti va puoi anche provare a fotografarle e condividere con noi i risultati.

  • 10 novembre, Marte – Spica: dovrai essere decisamente mattiniero per ammirare il Pianeta Rosso assieme alla stella Spica della Vergine. Li troverai verso le 5:50 sull’orizzonte Est/Sud-Est.
  • 20 novembre, Luna – Regolo: verso mezzanotte volgi lo sguardo verso Est e prova ad individuare la Luna al 48% vicina alla stella Regolo del Leone. Saranno entrambe basse sull’orizzonte, quindi ti servirà un punto di osservazione privo di ostacoli.
  • 24 novembre, Venere – Giove: questa volta avrai a che fare con una congiunzione planetaria (finalmente!). Verso le 17:30, ancora immersi nelle ultime luci del tramonto, i due pianeti saranno abbastanza vicini tra loro verso Sud-Ovest. Sarà sicuramente uno spettacolo molto suggestivo da ammirare! Fai attenzione però: quando il cielo diventerà totalmente scuro vorrà dire che il tempo per osservare la congiunzione è ormai agli sgoccioli. Entrambi i pianeti, infatti, tramonteranno entro un’ora.
  • 23-24-25 novembre, Luna – Marte – Spica – Mercurio: si tratta di una congiunzione decisamente “a lungo termine” e per persone mattiniere! Inizierà tutto il 23 alle 5:50 con la Luna al 15% molto alta nel cielo: sotto quest’ultima ecco la stella Spica allineata diagonalmente con Marte. Molto basso sull’orizzonte troverai anche il pianeta Mercurio. Il 24 la Luna sarà all’8% e si troverà più vicina a Marte. Infine il 25, una sottilissima falce lunare al 2,6% sarà in stretta congiunzione con Mercurio!

Anche per il mese di novembre è tutto, non mi resta che augurarti buona osservazione ed ovviamente cieli sereni!

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×