A Milano arriva il festival dello spazio Galactic Park

Il 24 settembre, al Planetario di Milano, arriva la prima edizione di Galactic Park, il festival interamente dedicato alla divulgazione spaziale, organizzato da divulgatori e divulgatrici… spaziali!

In occasione del centenario della nascita di Margherita Hack arriva Galactic Park: il festival dello spazio e dell’astronomia nato ideato da alcune community di divulgazione scientifica del panorama italiano. Si svolgerà il 24 settembre 2022 al Civico Planetario “Ulrico Hoepli” di Milano e nei giardini Indro Montanelli appena fuori dalle porte del Planetario, per una giornata dedicata all’Universo e alle tecnologie che ci permettono di studiarlo ed esplorarlo.

Tra le realtà che hanno preso parte all’iniziativa ci siamo anche noi!

Con Silvia Pagnoscin di Astronuts ed Emanuele Battiata di La Rete porteremo dal vivo il nostro fantastico format: Fantascene – La scienza dei supereroi.

Insieme a noi ci saranno Link4Universe Chi Ha Paura del Buio?, Astrospace.itCronache dal SilenzioPhysicalPubLaReteThe Critical Martian. Saranno inoltre nostri ospiti i noti divulgatori scientifici Adrian Fartade e Luca Perri.

Il programma

Un breve assaggio di ciò che succederà il 24 settembre: 

  • Ore 14:00 “The WOW side of the Moon” : Simone Jovenitti di PhysicalPub parlerà di un curioso insieme di fenomeni fisici, noti a tutti ma di cui raramente si parla.
  • Ore 16:00 “Astrobio – Storie di persone e d’idee”: Luca Perri e Adrian Fartade racconteranno le vite e le vicende delle persone che hanno fatto progredire la nostra conoscenza del Cosmo.
  • Ore 18:00 Fantascene live – La scienza dei supereroi: Denise (Nane Brune); Silvia (Astronuts) ed Emanuele (La Rete) si sfideranno a colpi di fantascienza analizzando la scienza nei film dei supereroi. Sarà il pubblico a decidere il vincitore di questa lotta all’ultima scena.
  • Ore 20:00 “L’(in)sostenibile bellezza del cosmo”: i ragazzi di Chi ha paura del buio? sfrutteranno alcune storiche immagini da varie missioni spaziali per raccontare quanto la bellezza dell’Universo abbia un impatto sulle nostre vite e sul nostro immaginario cosmico.
  • Ore 22:00 “Sto Razzo – Storie assurde di razzi reali”: gli amministratori di Link4Universe sveleranno quei progetti spaziali folli che – dalla progettazione su carta – non sono riusciti a superare lo scontro con i limiti imposti dalla realtà.

Ma può un festival dello spazio non prevedere attività all’esterno? Per tutto il pomeriggio saranno presenti numerosi Galactic Point!, punti di ritrovo in cui i divulgatori e le divulgatrici di Galactic Park saranno a disposizione per chiacchierare di spazio e raccontare entusiasmanti novità, curiosità e prospettive riguardo l’esplorazione spaziale e le scienze astronomiche. Spazieranno dall’astronautica, con l’ausilio di modellini di razzi stampati in 3D, alla geologia planetaria, passando per una vera e propria ricostruzione in scala, destinata a grandi e piccini, del Sistema Solare e della Via Lattea. Associazioni di astrofili contribuiranno all’evento con un parco di telescopi per l’osservazione solare.

Il programma completo è anche disponibile sui siti web www.galacticpark.it e www.lofficina.eu.

Come acquistare i biglietti

I biglietti per questo festival dello spazio e dell’astronomia costano meno di una pizza (5€ più prevendita) e sono già in prevendita online su  booking.lofficina.eu oppure in biglietteria in atrio fino a esaurimento posti.

Per il nostro spettacolo trovate il link qui, vi aspettiamo il 24 settembre alle 18:00!

Per partecipare alle attività che si svolgono all’esterno del Planetario non sarà necessario un biglietto, basterà presentarsi e attendere la partenza di una delle esperienze previste. Le attività esterne sono strutturate in modo da iniziare e terminare in base al pubblico presente, la durata è variabile. Le attività esterne verranno sospese in caso di pioggia.

Informazioni e segreteria: info@lofficina.eu – Tel. 02 88463340

Contatti Galactic Park: info@galacticpark.it

Galactic Park è un evento che si svolge con il patrocinio di ESA – Agenzia Spaziale EuropeaUnione Astrofili ItalianiThales Alenia Space, e Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Scritto da

Denise Trupia

Domande o commmenti?

×