Cielo di Agosto!

Cielo di Agosto!

Fenomeni astronomici ed informazioni speciali

Benvenuto Agosto!
Vuoi cimentarti nell’osservazione del cielo notturno? Segui le indicazioni di questa guida: potresti provare a riconoscere una costellazione che non avevi mai notato prima, identificare un pianeta o ammirare e fotografare una congiunzione. 


Cielo di Agosto 2020, costellazioni, pianeti, congiunzioni

Come sempre, grazie alla mia illustrazione potrai farti un’idea su cosa ci riserverà il cielo durante questo mese, ma continuando a leggere troverai un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo. L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa.
A volte orientarsi tra stelle e costellazioni può essere difficile, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in una città con molto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte queste premesse, non mi resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • Anche per quest’anno è arrivato il momento di ammirare le Perseidi! Lo sciame meteorico è attivo dal 17 luglio al 24 agosto, ma il picco è atteso per la giornata del 12 in orario diurno. Di conseguenza, il momento migliore per cercare le cosiddette “stelle cadenti” sarà nella notte tra il 12 e il 13 agosto. La luna sorgerà verso l’1:00 e sarà al 37%, quindi per evitare disturbi ti conviene programmare le osservazioni prima di quell’ora. 
Il radiante di questo sciame è la costellazione del Perseo, ma per beccare le meteore ti conviene allontanare lo sguardo e puntarlo verso lo zenit. Vale lo stesso se hai intenzione di provare a fotografarle evitando che escano dall’inquadratura.

Pianeti

Mercurio: sarà un periodo un po’ difficile per il piccolo pianeta. All’inizio di agosto sarà visibile da circa un’ora prima dell’alba, tutto ciò fino al 17 quando sarà in congiunzione superiore con il Sole diventando inosservabile. Per rivederlo dovrai aspettare la fine del mese, questa volta poco prima del tramonto.

Venere: le condizioni miglioreranno ancora per Venere, che sorgerà verso le 2:50 e brillerà sempre luminosissimo tra le costellazioni del Toro e dei Gemelli.

Marte: continua anche il periodo positivo per il Pianeta Rosso, che ogni giorno diventerà sempre più luminoso fino a raggiungere la magnitudine di -1.8. Lo vedrai anche sorgere più presto con il passare delle notti e ti apparirà come una “stella” di colore arancione-ramato.

Giove: l’opposizione è passata, ma è ancora un ottimo periodo per osservare il gigante gassoso. Sarà visibile sempre prima nel cielo notturno fino a sorgere già alle 17:12 a fine mese.
Con l’aiuto di un binocolo o di un piccolo teleobiettivo potrai anche scorgere i suoi quattro satelliti principali.

Saturno: la situazione è sempre favorevole anche per il Signore degli Anelli che, come Giove, si anticiperà fino a sorgere poco dopo le 17:30 a fine agosto. Se hai l’occasione di osservarlo da un telescopio ti consiglio di approfittarne per ammirare il suo sistema di anelli e magari qualche satellite.

Urano: sarà visibile durante la seconda parte della notte, anche se avrai bisogno di un telescopio data la sua magnitudine di circa +5.8. Lo troverai ancora nella costellazione dell’Ariete.

Nettuno: potrai cercarlo per quasi tutta la notte, già dopo il tramonto a Sud-Est, nella costellazione dell’Acquario. Anche in questo caso ti servirà un telescopio.

Plutone: è ancora osservabile per tutta la notte, tra Giove e Saturno nella costellazione del Sagittario

Cerere: sapevi che, in alcuni casi, è possibile osservare anche un altro pianeta nano? Si tratta di Cerere, che si trova nella Fascia degli Asteroidi tra Marte e Giove. Il 28 sarà in opposizione, quindi il periodo è favorevolissimo per provare a beccarlo! La sua magnitudine sarà di +7.7, quindi ti servirà come minimo un buon binocolo, cieli con poco inquinamento luminoso e magari una mappa stellare per orientarti meglio. Il pianeta sarà nella costellazione dell’Acquario, nei pressi della stella c2 Aquarii.

Costellazioni

Pur essendo ancora in estate, durante il mese di agosto si iniziano già a vedere piccoli segni del futuro cielo autunnale.

Volgendo lo sguardo verso Ovest/Nord-Ovest, vedrai tramontare il Bootes e Arturo, la sua stella più luminosa e alla sua sinistra la piccola costellazione della Corona Boreale. Ci sarà ancora tempo per osservare la Bilancia e goderti le stelle dello Scorpione con la brillante Antares.

L’asterismo del Triangolo Estivo, durante la prima parte della notte, sarà quasi allo zenit, quindi ti basterà sollevare la testa per individuarlo: noterai un triangolo abbastanza ampio formato da tre stelle molto brillanti, Vega, Deneb e Altair. In luoghi con molto inquinamento luminoso, probabilmente non sarai in grado di ammirare le costellazioni di cui fanno parte nella loro interezza, ma non preoccuparti, questi tre astri restano quasi sempre visibili anche in centro città.

Vega è la protagonista della piccola costellazione della Lira, oltre ad essere la stella più luminosa del cielo estivo. Altair è parte invece dell’Aquila, dalla caratteristica forma a “T”, mentre Deneb è l’astro principale del Cigno. Il Triangolo Estivo è attraversato dalla Via Lattea, quindi le sue costellazioni sono ricchissime di oggetti del profondo cielo, in particolare ammassi aperti, ammassi globulari e nebulose. Non lontano da questo asterismo, in notti particolarmente scure, puoi provare a cercare le piccole costellazioni della Freccia e del Delfino.

Il centro della nostra galassia, invece, si trova nei pressi del Sagittario, una costellazione molto estesa e decisamente suggestiva, soprattutto il cieli privi di inquinamento luminoso che permettono di individuarla nella sua interezza. Come puoi vedere nella mia illustrazione qui in basso, le stelle più luminose del Sagittario formano un altro famoso asterismo, chiamato la Teiera.

Costellazione del Sagittario

Proprio perché contiene il Centro Galattico, anche questa costellazione è un ottimo punto di riferimento per cercare oggetti del cielo profondo, alcuni osservabili anche con un buon binocolo. Puoi aiutarti con l’illustrazione per farti un’idea riguardo la loro posizione, ma ti consiglio comunque ti utilizzare una mappa stellare per individuarli con più facilità. Particolarissima è M24, detta anche Piccola Nube Stellare del Sagittario, un vasto insieme di stelle visibile con un binocolo, al fianco del quale troviamo anche gli ammassi aperti M25 e M23.

Per quanto riguarda gli ammassi globulari, il più facilmente riconoscibile è il grande M22, uno dei più luminosi dell’intera volta celeste. Tra le nebulose, invece, la più celebre è decisamente M8: forse ne avrai sentito parlare con il nome di Nebulosa Laguna.

Ad Est vedrai già sorgere il Grande Quadrilatero di Pegaso, accompagnato dalla costellazione di Andromeda e dall’omonima galassia, future protagoniste del cielo autunnale.

Protagoniste del cielo settentrionale sono sempre l’Orsa Maggiore, con l’asterismo del Grande Carro e l’Orsa Minore, in cui si trova la Stella Polare. Non lontano potrai riconoscere Cassiopea con la sua forma a “W”.

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare anche da casa? Allora le congiunzioni sono ciò che fa per te! Ti elenco qui quelle che avverranno durante questo mese.

  • 1 e 2 agosto, Luna – Giove – Saturno: avrai due serate di tempo per goderti una congiunzione comoda da osservare e magari fotografare. I tre protagonisti saranno a Sud/Sud-Est dalle 22:00 in poi, nella costellazione del Sagittario. Il giorno 1, la Luna quasi piena sarà maggiormente vicina a Giove, mentre il 2 si avvicinerà a Saturno che purtroppo risentirà un po’ della forte luminosità del nostro satellite.
  • 9 agosto, Luna – Marte: durante la notte tra l’8 e il 9 agosto, il Pianeta Rosso sarà affianco alla Luna in fase del 74%. La congiunzione sarà già osservabile a partire da mezzanotte, ma i due protagonisti saranno ancora bassi sull’orizzonte, quindi ti consiglio di aspettare un po’ se non hai la visuale libera. Il massimo avvicinamento sarà alle 4:00, ma lo spettacolo sarà comunque godibile anche se non puoi trattenerti fino a quell’orario.
  • 15 agosto, Luna – Venere: la mattina di ferragosto sei in vena di essere mattiniero? Alle 5:00 Venere sarà in compagnia di una falce di Luna al 18%. Si tratterà di una congiunzione decisamente suggestiva, con il cielo leggermente rischiarato dalle luci dell’alba e il nostro satellite in “luce cinerea”.
  • 28 e 29 agosto, Luna – Giove – Saturno: i componenti della prima congiunzione del mese ritornano alla fine di agosto, anche se in posizioni ed orari leggermente diversi. Potrai iniziare l’osservazione il 28 alle 21:00, guardando verso Sud, dove troverai la Luna all’82% nei pressi di Giove. Il 29, invece, il nostro satellite naturale raggiungerà Saturno.

Anche per questo mese è tutto, spero che durante queste nottate estive le meraviglie del cielo notturno riescano a farti compagnia.
Buona osservazione e cieli sereni!

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×