Cielo di Agosto!

Cielo di Agosto!

Fenomeni astronomici ed informazioni speciali

Benvenuto Agosto!
Vuoi osservare e goderti al meglio le meraviglie del cielo notturno? Segui le indicazioni di questa guida: potresti provare a riconoscere una costellazione che non avevi mai notato prima, identificare un pianeta o ammirare e fotografare una congiunzione.

Cielo di Agosto 2021, costellazioni, pianeti, congiunzioni

Grazie alla mia illustrazione potrai farti un’idea su cosa ci riserverà il cielo durante questo mese, ma continuando a leggere troverai un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo. L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa.
A volte orientarsi tra stelle e costellazioni può essere difficile, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in una città con molto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte queste premesse, non mi resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • É arrivato il momento di godersi lo sciame meteorico delle Perseidi. Il picco verrà raggiunto tra l’11 e il 13 agosto, anche se le Perseidi sono attive dal 17 luglio e resteranno visibili fino al 24 agosto. Quest’anno non dovremo neanche preoccuparci della luminosità lunare, perché il nostro satellite in fase crescente tramonterà presto, lasciandoci praticamente tutta la notte per cercare le cosiddette “stelle cadenti”. Il radiante di questo sciame è la costellazione del Perseo, ma per beccare le meteore ti conviene allontanare lo sguardo e puntarlo verso lo zenit. Vale lo stesso se hai intenzione di provare a fotografarle evitando che escano dall’inquadratura.
  • Saturno e Giove saranno in opposizione rispettivamente il 2 e il 20 agosto. Questo vuol dire che è il momento migliore dell’anno per ammirare i due giganti gassosi, non ti resta che approfittarne.

Pianeti

Mercurio: potrai rivedere il piccolo pianeta di sera, basso sull’orizzonte Ovest tra le luci del crepuscolo. Cercalo dopo la prima decade del mese tra la costellazione del Leone e quella della Vergine. Non sarà luminosissimo (mag. tra -1.14 e -0.20), ma con un po’ di sforzo e l’orizzonte libero da ostacoli non dovresti avere problemi a beccarlo.

Venere: brillerà per tutto il mese durante il tramonto, nello stesso orario di Mercurio, ma la sua forte luminosità lo renderà inconfondibile (mag. -4-0). Il pianeta sarà vicino alla costellazione della Vergine e con l’avvicinarsi della fine del mese sarà sempre più basso sull’orizzonte Ovest.

Marte: avrai un po’ più difficoltà ad osservare il Pianeta Rosso, soprattutto durante gli ultimi giorni del mese. La sua magnitudine di +1.81 lo renderà un obiettivo difficile, perché come Mercurio e Venere, sarà immerso nelle luci del crepuscolo. Se hai difficoltà puoi aiutarti con un binocolo.

Giove: il gigante gassoso sorgerà sempre circa un’ora dopo Saturno, quindi potrai cercarlo tra le 21:00 e le 22:00 ad inizio mese tra Capricorno ed Acquario. Raggiungerà l’opposizione il 20 agosto, quindi è il momento adatto per ammirarlo ad occhio nudo o cercare di osservare le sue lune principali con un binocolo.

Saturno: ad inizio mese il Signore degli Anelli sorgerà già dopo le 20:00 nella costellazione del Capricorno, per poi anticiparsi sempre di più con il passare dei giorni. Il 2 agosto raggiungerà l’opposizione e potrai godertelo per tutta la notte. Anche se quest’anno non sarà particolarmente luminoso, riconoscerlo non risulterà difficile grazie anche al suo caratteristico colore giallo paglierino.

Urano: il pianeta sarà visibile nella costellazione dell’Ariete, durante la seconda parte della notte. Avrai bisogno di un telescopio per provare ad individuarlo.

Nettuno: sorgerà nei Pesci in tarda serata, per poi restare visibile per gran parte della notte. Anche in questo caso il telescopio è indispensabile per godertelo.

Plutone: dopo l’opposizione dello scorso mese, sarà ancora visibile per tutta la notte nel Sagittario. Il pianeta nano, però, resta sempre un oggetto difficile da osservare: ti servirà un telescopio dal diametro generoso per beccarlo.

Costellazioni

Anche se le costellazioni estive continuano ad essere le protagoniste delle nostre nottate, durante il mese di agosto si iniziano già a vedere piccoli segni del futuro cielo autunnale.

Volgendo lo sguardo verso Ovest/Nord-Ovest, vedrai tramontare il Bootes e Arturo, la sua stella più luminosa e alla sua sinistra la piccola costellazione della Corona Boreale. Ci sarà ancora tempo per osservare la Bilancia e goderti le stelle dello Scorpione con la brillante Antares.

L’asterismo del Triangolo Estivo, durante la prima parte della notte, sarà quasi allo zenit, quindi ti basterà sollevare la testa per individuarlo: noterai un triangolo abbastanza ampio formato da tre stelle molto brillanti, Vega, Deneb e Altair. In luoghi con molto inquinamento luminoso, probabilmente non sarai in grado di ammirare le costellazioni di cui fanno parte nella loro interezza, ma non preoccuparti, questi tre astri restano quasi sempre visibili anche in centro città.

Vega è la protagonista della piccola costellazione della Lira, oltre ad essere la stella più luminosa del cielo estivo. Altair è parte invece dell’Aquila, dalla caratteristica forma a “T”, mentre Deneb è l’astro principale del Cigno. Il Triangolo estivo è attraversato dalla Via Lattea, quindi le sue costellazioni sono ricchissime di oggetti del profondo cielo, in particolare ammassi aperti, ammassi globulari e nebulose. Non lontano da questo asterismo, in notti particolarmente scure, puoi provare a cercare le piccole costellazioni della Freccia e del Delfino.

Il centro della nostra galassia, invece, si trova nei pressi del Sagittario, una costellazione molto estesa e decisamente suggestiva, soprattutto il cieli privi di inquinamento luminoso che permettono di individuarla nella sua interezza. Come puoi vedere nella mia illustrazione qui in basso, le stelle più luminose del Sagittario formano un altro famoso asterismo, chiamato la Teiera.

Costellazione del Sagittario

Proprio perché contiene il Centro Galattico, anche questa costellazione è un ottimo punto di riferimento per cercare oggetti del cielo profondo, alcuni osservabili anche con un buon binocolo. Puoi aiutarti con l’illustrazione per farti un’idea riguardo la loro posizione, ma ti consiglio comunque ti utilizzare una mappa stellare per individuarli con più facilità. Particolarissima è M24, detta anche Piccola Nube Stellare del Sagittario, un vasto insieme di stelle visibile con un binocolo, al fianco del quale troviamo anche gli ammassi aperti M25 e M23.

Per quanto riguarda gli ammassi globulari, il più facilmente riconoscibile è il grande M22, uno dei più luminosi dell’intera volta celeste. Tra le nebulose, invece, la più celebre è decisamente M8: forse ne avrai sentito parlare con il nome di Nebulosa Laguna.

Ad Est vedrai già sorgere il Grande Quadrilatero di Pegaso, accompagnato dalla costellazione di Andromeda e dall’omonima galassia, future protagoniste del cielo autunnale.

Protagoniste del cielo settentrionale sono sempre l’Orsa Maggiore, con l’asterismo del Grande Carro e l’Orsa Minore, in cui si trova la Stella Polare. Non lontano potrai riconoscere Cassiopea con la sua forma a “W”.

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare anche da casa? Allora le congiunzioni sono ciò che fa per te! Ti elenco qui quelle che avverranno durante questo mese.

  • 11 agosto, Luna – Venere: Venere brillerà poco lontano da un sottile spicchio di Luna ( fase dell’11%), tra le stelle della Vergine. Per goderti questo spettacolo suggestivo, ti basterà cercarli ad Ovest durante il tramonto del Sole. Ti suggerisco di portare con te la macchina fotografica.
  • 19 agosto, Mercurio – Marte: non si tratterà una congiunzione facile da osservare, perché i due protagonisti si troveranno decisamente vicini al Sole durante il tramonto e purtroppo la scarsa luminosità non permette ai due pianeti di spiccare. Puoi aiutarti con un binocolo e puntarlo nei pressi della costellazione del Leone.
  • 20-22 agosto, Luna – Giove – Saturno: la Luna incontrerà i due giganti gassosi durante questi tre giorni. Il 20 si avvicinerà a Saturno, per poi spostarsi nei pressi di Giove il 21 e rimanere da quelle parti il 22, quando sarà anche Piena. L’intero spettacolo si svolgerà tra Capricorno ed Aquario e ti consiglio di osservarlo non prima delle 21:00. Avrai comunque gran parte della notte per ammirarlo.

Anche per questo mese è tutto, spero che le meraviglie del cielo notturno riescano a farti compagnia anche durante queste nottate estive.
Buona osservazione e cieli sereni!

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×