Cielo di Dicembre!

Cielo di Dicembre!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

Benvenuto Dicembre!
Grazie alla mia illustrazione potrai già farti un’idea su cosa ci riserverà il cielo durante questo mese, ma continuando a leggere troverai molti altri dettagli. Ti aspetta un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo, assieme alle indicazioni su come individuarle nel cielo notturno.

Cielo di Dicembre 2019

L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa. Spesso orientarsi tra stelle e costellazioni può essere difficile, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in un ambiente con tanto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte queste premesse, non ci resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • Il 22 dicembre avrà luogo il Solstizio D’Inverno! Sarà il giorno più corto dell’anno ed il Sole tramonterà verso le 16:44.
  • Tra il 10 e il 15 sarà attivo lo sciame meteorico delle Geminidi, tipico di questo periodo e decisamente più ricco di stelle cadenti rispetto a quelli dei mesi passati. Non ha nulla da invidiare a quello estivo delle Perseidi ed il suo picco è previsto per la notte tra il 13 e il 14, ma già dal 7 e fino al 17 potrai provare ad ammirarne qualcuna. L’unico ostacolo sarà la Luna piena del 12 dicembre, che si troverà non lontana dal radiante (la zona da cui sembrano provenire le meteore, in questo caso la costellazione dei Gemelli).
 Anche per questo, ti consiglio di provare ad osservare la regione opposta, lasciando il radiante alle tue spalle. Questo è un ottimo espediente anche in caso tu voglia provare a fotografare le meteore.

Pianeti

Mercurio: il piccolo pianeta sarà visibile poco prima dell’alba. Il periodo migliore per osservarlo sarà l’inizio del mese, quando lo troverai tra le stelle della Bilancia poco più di un’ora prima del sorgere del Sole.

Venere: grazie alla sua magnitudine di -3.9 lo vedrai brillare distintamente verso Sud-Ovest dopo il tramonto. Si tratta senza alcun dubbio di uno spettacolo da non perdere!

Marte: le condizioni iniziano a migliorare per il Pianeta Rosso, che sarà osservabile la mattina ad Est, prima del sorgere del Sole. Durante i primi giorni del mese si troverà tra le stelle della Vergine, per poi trasferirsi tra quelle della Bilancia.

Giove: purtroppo è davvero arrivato il momento di salutare il nostro amato gigante gassoso. Potrai farlo durante i primi giorni di dicembre, subito dopo il tramonto. Avrai davvero pochissimo tempo per trovarlo, perché scomparirà subito assieme alle ultime luci del crepuscolo.

Saturno: potrai ancora osservare il Signore degli Anelli sull’orizzonte Sud-Ovest, dopo il tramonto, nella costellazione del Sagittario. Alla fine del mese la situazione peggiorerà decisamente perché il pianeta tramonterà meno di un’ora dopo il Sole.

Urano: è ancora un ottimo periodo per provare ad individuarlo, anche se è davvero difficile farlo ad occhio nudo a causa della sua magnitudine di +5.7. Ti consiglio di utilizzare almeno un buon binocolo e puntarlo verso la costellazione dell’Ariete, vicino alla stella Xi Ceti. Avrai tutta la notte di tempo!

Nettuno: In questo caso l’uso di un telescopio sarà indispensabile! Il gigante gassoso è visibile durante la prima parte della notte, nella costellazione dell’Acquario, nei pressi della stella Phi Aquarii.

Plutone: il nostro pianeta nano diventa parecchio difficile da beccare, perché anticiperà di parecchio l’orario del tramonto e non ci sarà abbastanza tempo per provare ad osservarlo.

Cerere: purtroppo sarà quasi impossibile da vedere, perché tramonterà quando il cielo sarà ancora illuminato dalla luce solare.

Costellazioni

In questo periodo le costellazioni invernali diventano le vere protagoniste del cielo notturno, regalandoci non pochi spettacoli suggestivi da ammirare.
Potrai comunque osservare ancora le costellazioni autunnali, anche se anticiperanno l’orario del tramonto.

A Sud-Ovest vedrai scendere sotto l’orizzonte Capricorno, Acquario e Pesci, mentre ad Ovest saranno ancora visibili altre costellazioni tipicamente autunnali come il Grande Quadrilatero di Pegaso, Andromeda con l’omonima galassia e la piccola costellazione del Triangolo. Tramonteranno tutte alcune ore dopo il Sole.

A sostituirle a Sud-Est ci penserà un complesso di costellazioni tipico dei cieli invernali, ricco di stelle brillanti e oggetti del cielo profondo. La protagonista assoluta di questo gruppo sarà Orione, inconfondibile anche ad occhio nudo. Come puoi vedere dalla mia illustrazione qui in basso, è decisamente semplice da riconoscere anche grazie alla sua forma che ricorda una clessidra, o una caffettiera.

Costellazione di Orione

Orione offre uno spettacolo affascinante anche solo ad occhio nudo ed è quasi sempre visibile persino in centro città e in luoghi con parecchio inquinamento luminoso. A disegnarne il contorno ci sono la supergigante rossa Betelgeuse, Bellatrix, Saiph e la supergigante blu Rigel, la stella più luminosa dell’intera costellazione. Al centro della figura puoi notare tre stelle allineate, che formano la famosa “Cintura di Orione”, a Sud della quale è presente l’altrettanto nota “Spada”.

Proprio nei pressi di quest’ultima è situata la Nebulosa di Orione (M42) uno degli oggetti del cielo profondo più celebri e più osservati di sempre! Sotto cieli molto scuri e guardando con attenzione puoi già intuire la sua reale natura, ma grazie anche solo ad un buon binocolo avrai l’occasione di ammirarla più dettagliatamente. A sud della Cintura, si trova invece una nebulosa oscura non visibile ad occhio nudo, ma decisamente celebre e molto amata dagli astrofotografi: la Nebulosa Testa di Cavallo (B33). Di sicuro ti sarà capitato di vederla ritratta in fotografia almeno una volta.

La stella Bellatrix di Orione è anche uno dei vertici del cosiddetto “Triangolo Invernale”, formato anche da Procione del Cane Minore e da Sirio del Cane Maggiore. Quest’ultima è in assoluto la stella più luminosa di tutto il cielo notturno, capace anche di proiettare a terra una leggera ombra in ambienti molto scuri.

Sirio non è l’unica stella luminosa di questo complesso di costellazioni, ad aspettarti ci sono anche la rossa Aldebaran del Toro, Capella nell’Auriga e Castore e Polluce che costituiscono le “teste” dei Gemelli. Nei pressi del Toro puoi facilmente individuare l’ammasso aperto delle Pleiadi.

Come sempre, concludiamo questo tour del cielo volgendo lo sguardo verso l’orizzonte Nord, dove vedrai brillare l’Orsa Minore con la sua Stella Polare, circondata in senso antiorario da Cassiopea, Cefeo, il Dragone, l’Orsa Maggiore e la Giraffa.

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare? Allora le congiunzioni sono ciò che fa per te! Ti elenco qui quelle che avverranno durante questo mese. Se ti va puoi anche provare a fotografarle e condividere con noi i risultati.

  • 11 dicembre, Venere – Saturno: alle 17:45 circa guarda verso Sud-Ovest, i due pianeti saranno vicini e non troppo alti sull’orizzonte. Meriteranno uno sguardo (e magari qualche bella foto!) anche nei giorni successivi.
  • 23 dicembre, Luna – Marte: questa volta ti toccherà essere mattiniero! Verso le 5:30 una sottile falce di Luna vi aspetterà assieme al Pianeta Rosso sull’orizzonte Est/Sud-Est. Attenzione perché saranno entrambi decisamente bassi!
  • 27 dicembre, Luna – Saturno: la protagonista sarà ancora una volta una sottilissima falce di Luna al 2% in compagnia del il Signore degli Anelli. Li troverai alle 17:15 verso Ovest/Sud-Ovest, ancora immersi nelle ultime luci del tramonto.
  • 28-29 dicembre, Luna – Venere: l’ultima congiunzione di questo 2019 vedrà insieme la Luna in fase del 6% e il pianeta Venere, in una congiunzione abbastanza ampia, questo significa che non saranno molto vicini tra loro. Il 28 Venere supererà la Luna in altezza, mentre il 29 accadrà il contrario! In entrambi per ammirarli dovrai guardare verso l’orizzonte Ovest/Sud-Ovest alle 18:30.

Anche per il mese di dicembre è tutto, non mi resta che augurarti buona osservazione ed ovviamente cieli sereni!

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×