Cielo di Ottobre!

Cielo di Ottobre!

Fenomeni astronomici ed informazioni speciali

Benvenuto Ottobre!
Vuoi provare ad orientarti nel cielo? Segui le indicazioni di questa guida: potresti cercare di riconoscere una costellazione che non avevi mai notato prima, identificare un pianeta o ammirare e fotografare una congiunzione.

Cielo di Ottobre 2022

Grazie alla mia illustrazione ti farai un’idea su cosa ci riserverà il cielo durante questo mese, ma continuando a leggere troverai un elenco di tutti i pianeti osservabili, degli eventi astronomici, le congiunzioni e le costellazioni tipiche del periodo. L’articolo è organizzato in paragrafi, in modo che tu possa trovare subito ciò che ti interessa.
A volte districarsi tra stelle e costellazioni può essere complicato, soprattutto se sei alle prime armi o se vivi in una città con molto inquinamento luminoso! Per questo ti consiglio di aiutarti con un’applicazione per smartphone o pc: se non sai quale scegliere, puoi utilizzare la nostra guida “Le migliori App gratuite per conoscere le stelle”.
Fatte le solite premesse, non mi resta che iniziare!

Fenomeni astronomici e informazioni speciali

 

  • Il 25 ottobre ci sarà un’eclissi parziale di Sole, visibile da tutta Italia! Il disco solare verrà oscurato circa il 20%, non molto, ma abbastanza da permetterti di osservare questo fenomeno. L’eclissi avverrà la mattina, tra le 11:20 e le 13:27. L’orario potrebbe variare di qualche minuto in base alla città in cui ti trovi: se sei a Napoli come me, ad esempio, il fenomeno inizierà alle 11:28 per poi terminare alle 13:24. Se vivi a Milano, invece, dovrai dedicarti all’osservazione dalle 11:18 alle 13:06. Ti ricordo di non osservare mai l’eclissi solare senza le protezioni necessarie, sia per i tuoi occhi che per gli strumenti che deciderai di utilizzare. I normali occhiali da Sole non bastano, avrai bisogno di filtri certificati adatti allo scopo.
  • Pur non trattandosi propriamente di una notizia astronomica, volevo comunque ricordarti che nella notte tra sabato 29 e domenica 30, tornerà in vigore l’ora solare.

Pianeti

Mercurio: potrai provare ad individuarlo durante la prima decade del mese, un’oretta prima dell’alba sull’orizzonte orientale.

Venere: purtroppo il lungo periodo di visibilità si è ormai concluso. All’inizio di ottobre sorgerà solo mezz’ora prima del Sole, quindi sarà già troppo basso sull’orizzonte e immerso nelle luci dell’alba per osservarlo con facilità. Questa situazione peggiorerà con il passare dei giorni fino al 22, quando sarà in congiunzione con il Sole, diventando del tutto inosservabile.

Marte: avrai sempre più tempo per ammiralo perché con il passare dei giorni anticiperà la sua comparsa nel cielo notturno. Ti aspetterà ancora nella costellazione del Toro.

Giove: il gigante gassoso brillerà ancora nel cielo per gran parte della notte e sarà facilmente individuabile grazie alla sua forte luminosità. Lo trovi tra le stelle dei Pesci.

Saturno: avrai leggermente meno tempo per goderti il Signore degli Anelli, nella costellazione del Capricorno. Lo vedrai culminare a Sud durante le prime ore della sera, per poi iniziare a spostarsi verso Ovest.

Urano: sarà visibile per quasi tutta la notte, anche se ti servirà un telescopio per cercarlo. Il pianeta ti aspetta nella costellazione dell’Ariete.

Nettuno: dopo l’opposizione dello scorso 16 settembre, è ancora osservabile per quasi tutta la notte, tra le stelle dell’Acquario. Anche in questo caso avrai bisogno un telescopio.

Plutone: il piccolo pianeta ti aspetta nel Sagittario durante la prima parte della notte. In questo caso servirà un telescopio di adeguata potenza e diametro per tentare l’osservazione.

Costellazioni

Le costellazioni tipiche del cielo autunnale diventano le protagoniste del cielo notturno.

Poco dopo il tramonto vedrai tramontare il Boote con la sua Arturo, assieme ad Ofiuco ed Ercole.
Lo stesso destino toccherà poi al Sagittario e, infine, anche al Triangolo Estivo, che ci ha tenuto compagnia durante le serate della scorsa stagione.

A Nord-Est sorgerà il Toro con la stella Aldebaran e Auriga con la brillante Capella, accompagnate dall’ammasso delle Pleiadi. Queste costellazioni verranno poi raggiunte dai Gemelli e infine dalla costellazione di Orione, la futura protagonista incondizionata delle notti invernali.

Il cielo di Nord-Ovest sarà invece dominato dal Perseo e da Cassiopea, con la sua inconfondibile forma che ricorda una “W”. Si tratta di una delle costellazioni più famose e facili da individuare, molto vicina al polo nord celeste e visibile quasi sempre nel nostro emisfero. Se vuoi conoscerla meglio, puoi iniziare con l’osservare l’illustrazione che le ho dedicato qui in basso.

Costellazione di Cassiopea

Quelle che ho evidenziato sono le sue cinque stelle più luminose, ma in realtà i suoi astri occupano un’area del cielo decisamente vasta. Cassiopea è attraversata dalla Via Lattea, anche se in questo tratto particolare non è molto brillante a causa delle polveri interstellari che ne oscurano la luminosità. In compenso questa piccola costellazione è davvero ricca di ammassi stellari, alcuni molto facili da osservare, come ad esempio M52 e NGC 457, noto anche come Ammasso Civetta.
 Non mancano anche le nebulose, tra cui ti segnalo la famosa IC 1805, detta Nebulosa Cuore.

Quasi allo zenit potrai cercare Pegaso, non lontana da Acquario e Pesci. Non ti sarà difficile individuarla perché è decisamente estesa e ad aiutarti ci sarà comunque il famoso asterismo che la compone, chiamato “Quadrato di Pegaso” o “Grande Quadrilatero di Pegaso”, formato da 4 stelle. Partendo da una di queste stelle, esattamente il vertice Nord-Est del quadrilatero, potrai notare un allineamento di tre astri abbastanza luminosi: fanno parte della costellazione di Andromeda. Tra le stelle di quest’ultima puoi provare ad ammirare M31, l’omonima galassia.

Protagoniste del cielo settentrionale sono come sempre l’Orsa Maggiore, con l’asterismo del Grande Carro e l’Orsa Minore, in cui si trova la Stella Polare.

Congiunzioni

Vuoi ammirare uno spettacolo affascinante, ma abbastanza facile da individuare anche da casa? Allora hai trovato ciò che fa per te!

  • 5 ottobre, Luna – Saturno: la Luna, poco oltre la fase del Primo Quarto, si troverà poco sotto Saturno, tra le stelle del Capricorno. Potrai iniziare ad osservarli già dopo il tramonto ed avrai tempo fino a circa l’1:35.
  • 8 ottobre, Luna – Giove: la Luna quasi piena sorgerà vicina al gigante gassoso, nella costellazione dei Pesci. La coppia sarà visibile per tutta la notte.
  • 12 ottobre, Luna – Pleiadi: dopo le 21:00 la Luna calante ti aspetterà affianco all’ammasso stellare delle Pleiadi. Potrai goderteli per il resto della notte.14 ottobre, Luna – Marte: la Luna si sposterà tra le stelle del Toro fino a trovarsi poco sopra Marte. Ancora una volta potrai osservare questa congiunzione per tutta la notte, dalle 21:00 in poi.
  • 14 ottobre, Luna – Marte: la Luna si sposterà tra le stelle del Toro fino a trovarsi poco sopra Marte. Ancora una volta potrai osservare questa congiunzione per tutta la notte, dalle 21:00 in poi.

Anche per questo mese autunnale è tutto.
Non mi resta che augurarti buona osservazione e, come sempre, cieli sereni!

 

Scritto da

Chiara Capuano

Domande o commmenti?

×